Cel. +41 79 267 86 30 | C.C 69-723272-6 |  amicidellecuador@gmail.com
Amici dell'Ecuador / Educazione  / Ecuador, il villaggio dei bambini abbandonati dove i suicidi sono all’ordine del giorno
bambini-ecuador

Ecuador, il villaggio dei bambini abbandonati dove i suicidi sono all’ordine del giorno

Sono bambini, ma vivono da soli, abbandonati dai genitori all’ombra del vulcano Chimborazo. Aspettano i soldi che le madri e i padri costretti ad emigrare mandano loro, ma troppo spesso la solitudine ha il sopravvento e decidono di farla finita prima di aver compiuto diciott’anni. E’ questo l’agghiacciante reportage di Filippo Fiorini che ha visitato un villaggio a Chunchi, sulle Ande dell’Ecuador, dove la solitudine e la morte sono il pane quotidiano di ragazzini di fatto orfani. Un reportage che inizia con la constatazione che in città è difficile trovare del veleno per topi. Ne hanno ristretto la vendita da quando si è scoperto che era diventato il prodotto più usato dai bambini per togliersi la vita. Eppure i suicidi continuano: dal 2012 ad oggi, hanno deciso di farla finita 60 bambini. Un numero altissimo, che moltiplica per sei la media nazionale. Questo ritmo, che stabilisce uno dei primati (tristi) mondiali, è calato solo a partire dal 2014, quando le autorità hanno attivato un sistema di contenimento.